codice disciplinare

CODICE DI COMPORTAMENTO DEL PERSONALE





  • DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62
    Sulla Gazzetta Ufficiale n.129 del 04/06/2013 è stato pubblicato il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 62, avente ad oggetto il codice di comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’articolo 54 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165.
    Il D.P.R. in oggetto abroga il “Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni”, già approvato con decreto del Ministro per la funzione pubblica del 28 novembre 2000.

  • INTEGRAZIONE DEL 30 GIUGNO 2014
    Con un decreto ministeriale del 30 giugno 2014, è stato approvato il “Codice di Comportamento dei dipendenti del MIUR”, che integra e specifica il Codice di comportamento dei dipendenti pubblici emanato nell’aprile 2013.
    Le norme contenute nel codice si applicano a tutto il personale dipendente e in servizio nell’amministrazione scolastica centrale e periferica, compreso quello con qualifica dirigenziale, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato e determinato, a tempo pieno e a tempo parziale, ma anche al personale comandato.
    Gli stessi doveri di comportamento e obblighi di condotta si applicano inoltre ai collaboratori o consulenti con qualsiasi tipologia di contratto o incarico a qualsiasi titolo, ai titolari di organi e incarichi negli uffici di diretta collaborazione del ministro, ai dipendenti o collaboratori a qualsiasi titolo di imprese e ditte fornitrici di beni o servizi in favore dell’amministrazione e che svolgano la propria attività all’interno del Ministero o presso gli uffici scolastici regionali.
    La violazione degli obblighi previsti dal codice è fonte di responsabilità disciplinare e, nei casi previsti, di responsabilità penale, civile, amministrativa o contabile.